Acque primarie

Nell'ottica di un loro utilizzo domestico e/o in attività industriali, le acque naturali sono anche definite primarie, ovvero fonte di alimentazione dei circuiti dell'acqua tecnologica e potabile.

Queste acque contengono, oltre ai componenti naturali, quantità variabili di sostanze disciolte e/o sospese, tra cui:

  1. sabbie, argille, detriti organici che rendono l'acqua torbida;
  2. sali minerali e sostanze organiche;
  3. gas disciolti, quali ossigeno, azoto, anidride carbonica e solforosa.

L'acqua primaria, a causa della possibile presenza delle impurità sopra elencate, deve essere sottoposta a trattamenti di natura meccanica, fisica e/o chimica, atti a renderla rispondente ai requisiti richiesti dagli impieghi cui è destinata.

scroll to top