Processi di trattamento chimico-fisici

  • Processi chimici: correzione pH, coagulazione, flocculazione, disinfezione mediante agenti chimici
  • Processi fisici: grigliatura, equalizzazione, disoleazione, sedimentazione, filtrazione su quarzite, adsorbimento su carboni attivi, disidratazione fanghi, disinfezione mediante agenti fisici

impianto di trattamento chimico-fisico

Esempio di impianto di trattamento chimico-fisico

Descrizione processi chimici

Correzione pH

Processo attraverso il quale, se necessario, il refluo viene alcalinizzato al fine di correggere il pH in ingresso e portarlo a valori tali da favorire le successive fasi di flocculazione e coagulazione. Normalmente l'alcalinizzazione viene controllata da una pompa dosatrice di soda caustica o latte di calce che entra in funzione in base al valore di pH rilevato da una sonda dedicata.

Coagulazione

Processo che comprende tutte le reazioni ed i meccanismi che intervengono nella destabilizzazione chimica delle particelle e nella formazione di particelle di dimensioni maggiori a seguito di processi di flocculazione. Con i coagulanti vengono destabilizzate le particelle colloidali contenute nel refluo.

Flocculazione

Processo attraverso il quale viene prodotto un incremento delle dimensioni delle particelle a seguito della collisione tra esse. Vengono dosati polimeri organici e sali metallici, quali ausiliari della flocculazione. Un elettroagitatore tiene in movimento la massa d'acqua permettendo ai chemicals di reagire nelle migliori condizioni formando fiocchi che vengono poi fatti decantare.

Disinfezione mediante agenti chimici

Processo mediante il quale è possibile eliminare gli organismi patogeni presenti in un'acqua reflua. Gli agenti chimici utilizzati più comunemente in qualità di disinfettanti sono ad es. il cloro ed i suoi composti e l'ozono.

Descrizione processi fisici

Grigliatura

Operazione normalmente presente a monte dell’impianto di trattamento mediante la quale è possibile rimuovere materiali grossolani presenti nel fluido da trattare che altrimenti comporterebbero il danneggiamento dei dispositivi meccanici presenti nelle unità a valle, nonché la riduzione dell’efficienza complessiva dell’impianto.

Equalizzazione

Operazione necessaria a limitare le oscillazioni delle portate influenti all’impianto di trattamento al fine di migliorare l’efficienza dei processi a valle. Mediante la realizzazione di una vasca di disconnessione idraulica si può dar luogo ad una portata effluente costante o regolata in base alla necessità.

Disoleazione

Processo di allontanamento delle sostanze oleose dal refluo: gli oli ed i grassi in esso contenuti si raccolgono, per effetto della minore densità, nella parte superiore della vasca, da dove vengono allontanati tramite un apposito dispositivo sfioratore.

Sedimentazione

Processo che porta alla separazione della fase solida (fanghi da ispessire) dalla fase liquida (refluo chiarificato) in una zona di calma.

Filtrazione su quarzite

Processo mediante il quale è possibile eliminare eventuali solidi in sospensione presenti in quantità modeste in un’acqua già precedentemente chiarificata/decantata.

Adsorbimento su carbone attivo

Processo mediante il quale avviene la rimozione di composti organici, residui di specie inorganiche, metalli pesanti, nonché composti che conferiscono odore e/o sapore alle acque. Tale operazione viene normalmente preceduta da una filtrazione su quarzite utile ad evitare una repentina saturazione del carbone attivo.

Ispessimento fanghi

I fanghi che si formano sul fondo dei sedimentatori vengono estratti ed inviati alla disidratazione ottenuta ad es. mediante l’ausilio di sacchi filtranti a perdere, centrifughe e/o filtropressa. L’acqua di supero dei fanghi viene convogliata nuovamente in testa all’impianto, mentre i fanghi ispessiti devono essere conferiti in discarica autorizzata per lo smaltimento, dopo classificazione.

Disinfezione mediante agenti fisici

Processo mediante il quale è possibile eliminare gli organismi patogeni presenti in un'acqua reflua. Gli agenti fisici utilizzati più comunemente in qualità di disinfettanti sono ad es. il calore e la luce (lampade a raggi UV).

CASE HISTORY

Impianto chimico-fisico per la depurazione dei reflui da autofficina e da lavaggio di autobus

trattamento acque reflue autofficina

La portata dell'impianto è pari a ca. 5 m3/h.

Le unità di trattamento che compongono l'impianto sono:

  • sollevamento
  • disoleazione
  • alcalinizzazione
  • flocculazione
  • decantazione
  • rilancio
  • filtrazione su quarzite
  • adsorbimento su carbone attivo
  • ispessimento fanghi
  • riutilizzo acque scarico

Impianto monoblocco per il trattamento chimico-fisico di reflui industriali da lavaggio mezzi, autobus, automobili, officine meccaniche, tipolitografie, etc...

trattamento chimico fisico acque reflue industriali

La portata dell'impianto può variare da 750 a 3000 l/h (con conseguenti variazioni di dimensioni e componentistica).

Le unità di trattamento che compongono l'impianto sono:

  • sollevamento
  • disoleazione
  • alcalinizzazione
  • flocculazione
  • decantazione
  • rilancio
  • filtrazione su quarzite
  • adsorbimento su carbone attivo
  • ispessimento fanghi
scroll to top